#ioleggo i vincisgrassi di zia lucia

I vincisgrassi di zia Lucia di Anna Pasquini.
È un libricino prezioso, inizialmente si ha l’impressione che a raccontare sia una vecchina davanti il caminetto, tutti questi nomi, disgrazie e attriti tra parenti per le piccole proprietà; il tutto arricchito di particolari e dettagli ridondanti, poi invece scopro con stupore che a parlare è una giovane donna cresciuta con la mentalità di un piccolo paese marchigiano seppur la maggior parte della sua vita l’ha passata in uno dei quartieri romani più danneggiati dalla mafia capitale: la Magliana degli anni ’80. L’autrice ne accenna solo pochi ricordi, molto fanciulleschi, senza dare importanza al momento storico ma incentrando tutto sull’infanzia di Susanna, la protagonista di questo libro. L’ho trovato poco poetico ma decisamente dolce, come un piccolo diario di una bambina: pieno di entusiasmo e voglia di spiccare il volo.
Grazie Anna proverò la ricetta dei vincisgrassi ♡

Pubblicato da Katiuscia Girolametti

Rianimo le parole uccise dalle bocche cucite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.