“la simmetria dei desideri” di Eshokol Nevo.

 

Un testo semplice, senza troppe pretese, molto originale l’incipit che vede coinvolto uno dei protagonisti, ambientato in Israele è la storia di un’amicizia sincera tra quattro ragazzi trentenni e una donna: Yaara, “non esiste una ragazza bella, intelligente, arrapata e anche libera. Uno degli elementi è sempre assente”.

Un’amicizia di quelle pure nate in giovinezza che li porta a prendere una decisione durante la finale dei mondiali del ’98, scrivere una lista dei desideri: quale sogno vorresti realizzare prima dei prossimi mondiali?

Ognuno con il proprio biglietto si trova poi a fare i conti con la vita. Ho notato un po’ di difficoltà da parte dell’autore a portare avanti la storia in contemporanea di quattro personaggi con le rispettive vite e spesso i dialoghi cadono in banalità come in alcuni passaggi. Tutto sommato molto scorrevole, una lettura di massimo 3 ore.

Katiuscia Girolametti