In realtà che cos’è la bellezza?

La bellezza è amore per te stessa, la tua immagine è “energia” che puoi trasmettere e l’energia è una cosa impalpabile e potente che non ha nulla a che vedere con il peso e le imperfezioni, ma viene da dentro, dalla convinzione che la tua bellezza è solo tua e non si deve conformare a quella di nessun’altro. Con l’arrivo dei figli diventa veramente difficile dedicarsi un pò a sé stesse, spesso mi capita di indossare la stessa maglia due volte in una settimana e vedermi la prima volta strafighissima e la seconda, una bruttona inimmaginabile; non dipende dalle innumerevoli creme, cremine e trucchi, ma dal nostro umore che ci cambia totalmente la percezione davanti lo specchio, come quella volta che girovagavo da Carrefour con le converse rosse, i jeans strappati, un’evidente macchia di pesto sulla manica della camicia e i capelli da gattara.

Reparto profumeria Carrefour: in un giorno qualsiasi di autostima alle stelle.
Un tipo sui quaranta, alto, ingiacchettato intento a scegliere uno spazzolino di fronte la vasta varietà di setole, manici, marche e prezzi; mi avvicino e di getto prendo il primo che mi capita, lui mi guarda come per dire: ma come? Ne prendi uno a caso? Io lo guardo come per dire: Ma si dai, non ho molto tempo! Lui mi guarda come per dire: No aspetta, l’igiene orale è importante. Io lo guardo come per dire: forse hai ragione, ci dò un’altra occhiata. Lui mi guarda sorridendo (gli sto simpatica).
Cinque minuti dopo, lui si abbassa e prende la confezione da 3 spazzolini, io la guardo come per dire: cosa te ne fai di tre tanto gli altri due vanno persi e non hai risparmiato nulla! Lui mi guarda come per dire: Vero! Un paio di mesi fa’ mi è successa la stessa cosa… Io lo guardo come per dire: Tranquillo capita a tutti.
Cinque minuti dopo, lui mi guarda come per dire: e questi con la testina in silver? Io lo guardo come per dire: No le setole sono troppo dure, lui mi guarda come per dire: ma un caffè? Io lo guardo come per dire: ma che ce stai a prova’? Lui guarda come per dire: no, no… ma tu ci staresti? Io lo guardo come per dire: ma come ti permetti?! Lui mi guarda come per dire: mamma mia che permalosa! Io lo guardo come per dire: senti bello prendi lo spazzolino da discount e sparisci, lui mi guarda come per dire: quante storie per un caffè, io lo guardo come per dire: abbassa la voce che ci sentono tutti, lui mi guarda come per dire: hai due occhi bellissimi, io lo guardo come per dire: mio Dio grazie. Passano altri 5 minuti.
Decido di prendere uno spazzolino a caso e mi allontano mentre vedo il tipo silenzioso allungare la mano sullo scaffale dove ero piazzata davanti… Niente, gli servivano i profilattici.

Katiuscia Girolametti