Non è normale l’assenza delle istituzioni

Angela Mulas una grande amica e donna scrive questo:

 

Letto tutto d’un fiato! Mi ha rapito con entusiamo e trasportato in un baleno nella vostra vita. Volevo cibarmi della tua/vostra normalità. Mi ha tolto fame e sete in un batter d’occhio! La normalità è la tua, quella della tua famiglia e quella di chi non fa differenze. Ti ho incontrata di persona 4 volte, ho letto gli altri tuoi libri, e mi sembra di conoscerti da sempre. Ma questo tuo ultimo mi ha fatto entrare al 100% nella vostra vita reale, creativa, stimolante, fatta di gioia, di risate, di educazione, di rabbia, di lotta continua, di sacrifici e mi conferma quanto tu, come mamma e come donna sei “una grande” che, per nessun motivo si arrende a chi “non vede questa vostra normalità” o, non vede e non capisce la vostra realtà! Tutti dovrebbero leggere e conoscere questa tua/vostra quotidianità, sarebbe di grande insegnamento. La tua è una famiglia meravigliosa, e, rispondo alla tua domanda dell’ultima pagina, che cos’è la normalità per me: la normalità indiscutibilmente siete voi, sopravvaluto te, Cristian, Daniele, Manuel e Leo❤️…. mentre non è normale l’assenza delle istituzioni, la sordità delle persone, l’indifferenza, il pietismo! Vi voglio bene😘

Pubblicato da Katiuscia Girolametti

Rianimo le parole uccise dalle bocche cucite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.