Crea sito

Siete pregati di rimanere bambini per non perdere la felicità acquisita (web)   Loro si conoscono ormai da tanti anni, lei ha il nome di una principessa e Daniele in casa custodisce gelosamente la favola della bella addormentata nel bosco. Avevano poco più di tre anni con un Daniele che odiava la scuola quando lei […]

Contina a Leggere

Ciao Daniele

ti scrivo una lettera perché oggi ho ritrovato questa tua foto, ti scrivo una lettera perché tu possa rileggerla magari un giorno, ti scrivo una lettera perché non devi mai dimenticare la forza con la quale affronti la vita
tu mio esempio
tu mio cuore
tu mio tutto.

Contina a Leggere

Mia nonna diceva che quando una donna si sentirà triste, quello che potrà fare è intrecciare i suoi capelli: così il dolore rimarrà… intrappolato tra i suoi capelli e non potrà raggiungere il resto del corpo.
Bisognerà stare attente che, la tristezza, non raggiunga gli occhi, perché li farà piangere e sarà bene non lasciarla posare sulle nostre labbra, perché ci farà dire cose non vere;

Contina a Leggere

Cari ragazzi, mi è stato chiesto di parlare nella giornata mondiale del disabile e non posso che essere immensamente onorata di rivolgermi ai futuri governatori del mondo, a coloro che salveranno la società dall’egoismo e l’ipocrisia, voi siete i super-eroi di domani e a voi adesso io farei un immenso applauso per il coraggio. Mi […]

Contina a Leggere

Stanotte la crisi: profonda, lunga, ho creduto fosse la fine, aveva il viso rosso le labbra violacee, gli occhi pieni di nervature sanguinose, l’aria gli passava a gocce nella trachea che sembrava chiudersi, cercava affamato di ossigeno spirando sospiri, le mie mani, le sue, il pianto forte, disperato.

Contina a Leggere

Daniele me lo fece conoscere
lo stesso pomeriggio, quello della pioggia, mi prese il dito indice, come fosse lo spazio vuoto tra la seconda e terza riga del pentagramma, lo strinse nella sua mano che agganciava, disegnava salendo sulle altre linee formando una chiave

Contina a Leggere

Pensare fuori dagli schemi. Sono stati scritti molti libri che parlano di disabilità, io stessa ne ho letti a iosa per sempre poi ritrovarmi con un senso di insufficienza, come se mancasse qualcosa, un sospeso tra me e quello che trovavo tra le righe. Cosa mancava realmente? Da qui la mia voglia di dover dire, […]

Contina a Leggere

Il tema conduttore alla base del percorso espositivo è la biodiversità nel mondo animale. Attraverso le sale di amori bestiali, vivere al limite, la barriera corallina, le zone umide della campagna romana, la collezione Arrigoni degli Oddi di uccelli, i mammiferi, gli anfibi e i rettili, fino allo scenografico salone degli scheletri (evviva) utilizzando anche strumenti multimediali e multisensoriali

Contina a Leggere

  Ha il cancro e io sono in bagno seduta sulla lavatrice che piango e scrivo. Ha il cancro CRISTOSANTODIO! Le mamme non devono ammalarsi mai di quel mostro. Ha il cancro e io sono qui a centellinare ogni volta che mi ha ferita. Ho perso tutte le gare con Daniele: a 4 mesi non […]

Contina a Leggere

Continuavo a guardare fuori, iniziò a scendere la pioggia che rigava il vetro in diagonale senza lasciarmi più un minimo di panorama, i ragazzi ormai stanchi. Daniele con tutta la sedia a rotelle nel posto disabili di fronte la porta del cesso, senza sedili attorno, qualcuno passando gli aveva poggiato di fianco le valige che puntualmente tiravamo su perché gli sbalzi del treno le facevano cadere e perché quello spazio non è stato studiado per le valige anche se non dà nemmeno l’idea di un posto disabili.

Contina a Leggere