Crea sito

cargiver

Artrosi del polso destro.

Daniele è alto 1,20 mt e pesa 40 kg
lo alzo da sola ogni mattina
lo lavo da sola ogni mattina
lo vesto da sola ogni mattina
mi assicuro che mangi un pò a colazione
mi assicuro che vada a scuola sereno
lo seguo con gli occhi mentre sale sul pullman fin quando non sparisce dietro la curva e, ogni mattina, il mio cuore perde un battito.

Tutto nella più totale invisibilità con la speranza di affidarlo ad un mondo capace di amare prima di insegnare
un mondo capace di accogliere prima di giudicare
un mondo in grado di aiutare.

Utopia.

Un’utopia alla quale non smetto di credere perché se smetto di credere è finita.

Ignoro il mio braccio come lo Stato ignora le nostre famiglie.

Ignoro il dolore come chi si volta dall’altra parte quando ci vede passare.

Ignoro la cattiveria come chi ormai vive in un mondo che non esiste.

Eppure esistiamo realmente, siamo un grido agonizzante continuo che nessuno sente.

#ridate_la_dignita_alle_nostre_famiglie

Ancora sembra un brutto incubo, un incubo che stiamo vivendo e sognando tutti insieme eppure, Facebook è lì a ricordare quello che accadeva un anno fa proprio in questi giorni, un anno fa quando la mia pancia era al settimo mese di gravidanza, un anno fa quando mi sono orgogliosamente occupata della settimana del disabile, […]

Contina a Leggere

Continuavo a guardare fuori, iniziò a scendere la pioggia che rigava il vetro in diagonale senza lasciarmi più un minimo di panorama, i ragazzi ormai stanchi. Daniele con tutta la sedia a rotelle nel posto disabili di fronte la porta del cesso, senza sedili attorno, qualcuno passando gli aveva poggiato di fianco le valige che puntualmente tiravamo su perché gli sbalzi del treno le facevano cadere e perché quello spazio non è stato studiado per le valige anche se non dà nemmeno l’idea di un posto disabili.

Contina a Leggere

– Forza ci siamo quasi! I bambini in fila per uno sull’ingresso della scuola, sorridevo a tutti perché in fondo Daniele anche se non ha mai detto i loro nomi sono convinta gli voglia bene; lo vedo da lontano abbracciato ai compagni che coprono la sedia a rotelle, sembra tutto così normale, il suo volto […]

Contina a Leggere